L'amuse-bouche che abbiamo servito settimana scorsa nel nostro ristorante di Montagnana.

L’amuse-buche al Belavocado di Montagnana

Facciamo una premessa, tra Benvenuto (o welcome) e amuse-bouche ci sarebbe una sottile differenza, ma ormai nel gergo della ristorazione si tende a considerarli sinonimi e facciamo così anche noi.

Di cosa stiamo parlando? Di un mini-piatto portato al cliente, su scelta della cucina, nell’attesa che arrivi la prima portata ordinata al cameriere.

Non è obbligatorio che ci sia, è un regalo, spesso si fa, in base ai tempi, all’organizzazione, alla stagione, ecc.

Noi però ci teniamo, perché è una parte della nostra “Comunicazione Culinaria”, quindi tendenzialmente lo offriamo tutte le sere. Abbiamo l’idea che ci definisca, che introduca ciò che siamo e ciò che pensiamo della cucina.

Una foto ravvicinata del nostro welcome di qualche giorno fa, a Montagnana.Come li facciamo? Beh questo dipende da tantissimi fattori, posso dirvi che cambia ogni due o tre giorni, raramente tutta una settimana ha la stessa amuse-buche. Sono sempre cose un po’ particolari, grazie anche alla notevole inventiva dei nostri cuochi.

Ciò che vedete in foto è solo un esempio, anzi, proprio perché lo vedete in foto è poco probabile che lo rivediate in sala. Come vi dicevo, tendiamo a cambiare frequentemente.

Abbonati
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments